/ Gravidanza / La caduta dei capelli post parto

La caduta dei capelli post parto

Laura on 18 Novembre 2014 - 14:00 in Gravidanza, Vita da mamma

Durante la gravidanza i vostri capelli erano belli, sempre puliti e lucenti. Per nove mesi vi sareste potute lavare anche con l’acqua profumata, senza preoccuparvi troppo di shampoo adatti per quel tipo di capelli piuttosto che dell’ altro, di maschere tenuta in posa mezz’ora sotto la doccia, semi di lino, argan e via dicendo; la vostra folta chioma sarebbe stata comunque splendente. I problemi però, nascono tutti dopo il parto. Metti la stanchezza dovuta alla nuova condizione di mamma, metti che il tuo pargolo si “succhia”, attraverso il latte materno, ogni particella buona di te, metti lo stress; ed il disastro è compiuto. I vostri capelli sono simili a quelli di Maga Magò.

Scopriamo insieme le cause di questo fenomeno.

La vita del vostro capello si divide in tre fasi:

    • la fase di crescita del capello (anagen) che ha una durata variabile da persona a persona ed è il momento in cui il capello si forma e cresce;
    • la fase di involuzione (catagen) nella quale rallentano progressivamente le funzioni attive e il capello arresta la sua crescita; questa fase dura in media due settimane;
    •  la fase di riposo (telogen) dura 3-4 mesi e termina con la caduta del capello
  • Dopo questa terza e ultima fase il follicolo rientra nella prima fase e ricomincia il suo ciclo di crescita.

Dopo il parto la cronologia di queste tre fasi viene totalmente sconvolta. Si verifica un crollo degli estrogeni e molte donne manifestano un’intensa e più o meno acuta perdita di capelli. Questo fenomeno avviene perchè un gran numero di follicoli passa contemporaneamente e improvvisamente in fase telogen: la cosiddetta “alopecia post-gravidica”.

A peggiorare maggiormente la situazione c’è la prolattina, l’ormone dell’allattamento, che rende i capelli notevolmente più deboli. Avreste notato anche che il vostro cuoio capelluto è più grasso e i capelli appaiono più untuosi; questo è dovuto dal fatto che gli ormoni androgeni (testosterone e suoi derivati), non più bilanciati dagli estrogeni, aumentano la loro attività e stimolano le ghiandole sebacee.

In alcuni casi, si può verificare una copiosa caduta di capelli, che sicuramente vi allarmerà oltre misura. L’alopecia post-gravidica è un processo fisiologico e temporaneo, che dura circa 3 mesi e che passa spontaneamente. Trascorso questo periodo, i capelli ricominciano a crescere e la chioma ritorna folta come prima.

Per calmare la vostra paura è consigliata una visita dal dermatologo, che in prima battuta valuterà se ci sono fattori concomitanti, come anemia o sbalzi tiroidei. Se lo ritiene opportuno, prescriverà integratori con sostanze rinforzanti, come cistina, vitamina B, omega 3 e 6, antiossidanti.

Alcuni consigli per rallentare la vostra caduta e far si che i vostri capelli non perdano tutta la lucentezza sono:

– utilizzare prodotti cosmetici molto delicati: shampoo, ristrutturanti, maschere devono essere scelti con cura, meglio se arricchiti con sostanze idratanti e nutritive; parlatene anche col vostro parrucchiere di fiducia, saprà consigliarvi sicuramente i prodotti più adatti.
– evitate di “Stressare” i capelli. Non legarli troppo stretti, sono quindi sconsigliate acconciature come le trecce, code e chignon. Si raccomanda di non usare il phon troppo caldo o comunque di utilizzarlo tenendolo il più possibile lontano dalla testa.
– Aiutatevi con una dieta ricca di frutta e verdura di stagione (ricche di antiossidanti e vitamine), uova (vitamina B5), carne, legumi, pesce e latte (ferro e zinco).

image

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *