/ Alimentazione / Svelati alle mamme i segreti di Mc Donald’s

Svelati alle mamme i segreti di Mc Donald’s

Il rapporto che la maggior parte delle mamme ha con Mc Donald’s è di amore/odio.

C’è una percentuale di mamme che non porterebbe mai i propri figli a mangiare l’Happy Meal, ci sono quelle che, come me, non disdegnano un pasto easy occasionalmente e poi ci sono quelle che lo fanno, ma poi si sentono in colpa, ritenendo i pasti di Mc Donald’s eccessivamente calorici.
Per me Mc Donald’s è un comfort food, ci vado per soddisfare un bisogno emotivo, è il mio cibo consolatorio quando sono stressata, e, quando ci vado, ci porto anche le bambine, perché loro amano lo strappo alla regola di un regime alimentare sano che seguiamo per tutto il resto del mese.
La nostra frequenza abituale è infatti mensile, raramente ci andiamo più spesso, se non in casi eccezionali. Io credo che questo sia il giusto compromesso, per noi è il premio per aver mangiato bene tutti gli altri giorni.
Proprio perché la nostra frequenza di Mc Donald’s è sì occasionale, ma abbastanza abituale nel corso dell’anno, quando mi hanno chiesto di visitare le loro cucine, non ho potuto rifiutare.

Qualche settimana fa sono andata al ristorante Mc Donald’s di Collegno in occasione della presentazione dell’ultimo arrivato dell’Happy Meal, il nuovo Junior Chicken, un panino composto da una fettina di petto di pollo alla piastra e un pizzico di ketchup e, insieme ad altre blogger, ho fatto un’incursione nelle loro cucine, scoprendo cose che mai mi sarei immaginata.

junior mc chicken

La prima cosa che mi ha colpita è la frequenza con cui si devono lavare le mani gli addetti alla cucina: una volta all’ora, fino al gomito e con appositi saponi battericidi. Cose che non si vedono neanche nei migliori ristoranti.

I prodotti sono tutti surgelati fino alla cottura, questo per non interrompere la catena del freddo e avere una maggiore sicurezza alimentare. Quando arriva il nuovo carico di merce viene caricato direttamente in cella refrigerata (positiva o negativa in base al prodotto).

Grazie alle nuove postazioni di ordinazione self service, tutti i prodotti vengono preparati solo al momento dell’ordine, non più in anticipo come prima, in questo modo si evita un eccessivo spreco alimentare e non si corre più il rischio di servire il cibo freddo.

L’olio di cottura, e so che questa è un’informazione che preme molto a noi mamme, è 100% vegetale . Le friggitrici sono elettriche, separate in base ai vari prodotti e l’olio viene cambiato in base al valore di acidità raggiunto, per legge il limite è 25, ma Mc Donald’s lo cambia a 23.

 

E le bibite?
Il sistema che Mc Donald’s utilizza per le bibite è fornito direttamente da Coca Cola e il mixaggio di ingredienti (acqua, sciroppo e anidride carbonica) avviene solo al momento della spillatura.

 

Durante la giornata ho inoltre avuto l’occasione di parlare con una responsabile della multinazionale, una biologa nutrizionista e un esperto di alimentazione, che hanno risposto ad alcune domande:

Cosa c’è nei panini di Mc Donald’s? Da dove arrivano le materie prime?

Partiamo dal fatto che l’80% delle materie prime ha origine italiana, dall’olio al pane, dalla carne (quella bovina deriva dal gruppo Cremonini e il pollo è Amadori, macellato senza separazione meccanica) all’insalata, le patate no, ma semplicemente perché la tipologia di patate che serve a Mc Donald’s per le sue patatine fritte in Italia non cresce, il loro nome è Innovator e si trovano solo in paesi climaticamente più freddi come Austria e Olanda.

Come bilanciare un pasto da Mc Donald’s?

Il segreto è l’equilibrio. Gli esperti di alimentazione hanno confermato il mio pensiero: un pasto occasionale da Mc Donald’s non è il male assoluto e non vanifica di certo un buon regime alimentare adottato nella quotidianità del bambino. Come in tutte le cose è il buon senso che deve guidare le nostre scelte, anche quelle alimentari.

Come si può bilanciare un pasto da Mc Donald’s per i bambini?

Con le combinazioni! L’Happy Meal è completamente personalizzabile quindi si possono scegliere le carotine al posto delle patatine fritte, la frutta al posto del dessert. E il panino? Il nuovo Junior Chicken si inserisce perfettamente in un pasto equilibrato essendo composto unicamente da petto di pollo alla piastra e ketchup, una ricetta semplice, creata appositamente per dar voce alle mamme che chiedevano a Mc Donald’s un’alternativa un po’ meno calorica per i bambini. Junior Chicken infatti non supera la quota calorica di 200 calorie circa, ed è composto da proteine, che devono rappresentare il 10/15 % dell’energia giornaliera, e da carboidrati che non devono mai mancare in un’alimentazione sana. Il ketchup inoltre è una salsa magra.

mc chickenmc chicken

Mc Donald’s non è solo un fast food, ma un vero family restaurant che abbraccia le esigenze dei suoi clienti, in particolare delle famiglie, che rappresentano il 30% della sua clientela abituale. E per i bambini, diciamocelo, è un vero paese dei balocchi: panini, patatine e angolo a loro dedicato con giochi interattivi. Sono davvero pochi i posti in cui una famiglia con bambini può godersi tranquillamente il proprio pasto, senza bambini annoiati e di conseguenza poco gestibili.

Il nuovo annuncio di fine febbraio di Mc Donald’s dovrebbe inoltre mettere l’anima in pace anche ai più scettici: riguardo alla sua offerta per bambini e famiglie si impregna ad avere entro il 2025 almeno il 50% delle composizioni dell’happy meal che rientrano all’interno di specifici parametri nutrizionali , inoltre una maggiore trasparenza nella comunicazione dei valori nutrizionali dei prodotti , semplificazione degli ingredienti, eliminazione di conservanti e additivi all’interno dell’happy meal (traguardo già raggiunto), inoltre si impegna a favorire il consumo di acqua, frutta, verdura e proteine nobili (carne bianchi e proteine vegetali), un impegno globale di medio e lungo periodo.

Non ci può essere una sana alimentazione se si punta solo alla nutrizione e Mc Donald’s è quello strappo alla regola che non solo a noi piace, ma ci fa stare bene!

 

Post in collaborazione con Mc Donald’s
0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *