/ Gravidanza / Sesso in gravidanza: cosa è sicuro e cosa no

Sesso in gravidanza: cosa è sicuro e cosa no

Il sesso potrebbe fare male al bambino. Il suo peso lo schiaccia. La fellatio è pericolosa. Gli ultimi mesi è meglio smettere. Pensieri-lampo che vengono in mente quando a letto il partner si avvicina un po’ troppo e sembra reclamare la sua fetta di attenzione. A volte si cede e a volte ci si nega, sempre ripetendosi che la cautela non è mai troppa. Eppure qualsiasi ginecologo potrà confermarvelo: fare sesso in gravidanza non solo è sicuro, ma spesso è anche più piacevole. Merito degli estrogeni, ma non solo.

Ma si può fare proprio tutto tutto?

Vediamo insieme nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere.

 

Il sesso nuoce al bambino?

Assolutamente no. Il sacco amniotico e i muscoli dell’utero proteggono il bambino dagli agenti esterni e il denso muco cervicale contrasta le infezioni. Durante il rapporto,inoltre, il pene non va oltre la vagina per cui è impossibile che raggiunga il feto.

 

Fare sesso può indurre al travaglio o all’aborto spontaneo?

No, soprattutto se stai attraversando una gravidanza normale o a basso rischio. Se anche l’orgasmo può causare leggere contrazioni all’utero, come del resto la stimolazione dei capezzoli e le prostaglandine nello sperma, queste sono comunque temporanee ed innocue.

 

Quali sono i prodotti intimi da usare in gravidanza?

La candida, si sa, è una delle manifestazioni più comuni in gravidanza. Motivo per cui, se si intende curarla in via definitiva, può rendersi necessario far indossare il preservativo al partner per evitare il continuo contagio. Ecco allora che bisogna scegliere i preservativi più semplici e delicati che esistano, senza agenti coloranti, edulcoranti, ritardanti od eccitanti che possano in qualche modo comportare qualche reazione allergica. Tutt’al più che gli additivi chimici utilizzati nelle prime fasi di fabbricazione del lattice dei preservativi non sono mai stati resi noti, motivo per cui i potenziali rischi per le madri e i loro bambini sono attualmente sconosciuti. Si sa, però, che l’ambiente vaginale da incinte diventa più alcalino, più esposto quindi ad infiammazioni ed infezioni batteriche, e che questi additivi aumentano l’alcanilità. Controllare poi che i profilattici non contengano parabeni, di cui si sa che sono tossici per le cellule ma non quanto e come vengano assorbiti dalla vagina per poi trasferirsi al feto attraverso il sangue e la placenta.

 

Il sesso orale è sicuro?

Certo, ma un distinguo è d’obbligo: se la fellatio è 100% sicura perché non comporta neanche una controindicazione, il cunnilingus va bene soltanto nel caso in cui non si soffi dentro la vagina. Immettere aria nei genitali femminili può infatti rarissimamente causare un’embolia potenzialmente letale per il bambino. Leccare invece è ok, ma non se il partner ha l’herpes labiale, sia latente che manifesta, soprattutto nell’ultimo trimestre.

 

Qual è la posizione migliore?

Lo capirai tu stessa, ma sicuramente il missionario, soprattutto quando la pancia comincerà a crescere, sarà da scongiurare, a meno che non ti metta un cuscino sotto la schiena per restare inclinata. Dall’ottavo mese è meglio anche che tu non faccia sforzi, per cui evita l’amazzone (tu sopra, lui sotto) e preferisci sempre il cucchiaio (tu distesa su un fianco con lui a fianco).

E ora l’accorgimento più importante

Non dimenticarti del sesso quando il tuo bambino sarà nato. Parlane col medico o con la tua ginecologa per capire quando ricominciare e con quali accortezze, ma fallo. È importante riprendere possesso del proprio corpo e della propria intimità di coppia accogliendo il cambiamento e facendo leva su nuovi punti di forza. Senza mai rinunciare alla tua femminilità.

The following two tabs change content below.
Parola di Mamma

Parola di Mamma

Redazione
Parola di Mamma

Ultimi post di Parola di Mamma (vedi tutti)

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On InstagramVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On Pinterest