/ / Ravioli senza glutine fatti in casa

Ravioli senza glutine fatti in casa

Premessa:Qui a Malta non è semplice reperire molte varietà di cibo senza glutine come in Italia. Impongono un determinato numero di pacchi di pasta,farina,di biscotti,ecc. e tu non puoi scegliere la marca o il formato; forniscono:5 pacchi di pasta (e puoi scegliere tra spaghetti, fusilli, penne e ditalini), 5 pacchi di farina (tutti mix per pane con cui viene buono tutto eccetto che il pane!),5 pacchi di biscotti (o con scaglie di cioccolato o il classico frollino), 6 confezioni di Pan Carré e 6 di creckers . Il resto lo trovi nei supermercati e costa un occhio della testa, quindi cerchiamo di farci bastare quello che ci danno sfruttando al massimo la farina!

In Italia spesso prendevamo le lasagne per farle al forno, oppure gli gnocchi ;qui faccio tutto io! Mi è toccato ingegnarmi e devo dire che fare la pasta in casa mi piace e mi da soddisfazioni! Finora ho fatto le lasagne, gli gnocchi e i ravioli. Tutti e tre un successone! Con un po’ da farina, acqua e pochissime uova si può fare di tutto!
L’esperimento più recente ( e devo dire, riuscito alla perfezione) sono i ravioli ripieni di ricotta e speck e conditi con crema di funghi che ho fatto in casa per Pasqua con mia madre e il mio fidanzato.     
INGREDIENTI
Per l’impasto:
Per capire quanta farina utilizzare bisogna contare le persone, ce ne vogliono circa 80 gr a testa senza contare quella in più che si usa per infarinare il piano di lavoro e per “aggiustare” l’impasto; un uovo (giusto per ammalgamare meglio il tutto); un pizzico di sale; acqua q.b.; un po’ di olio di semi.
Per il ripieno:
Ricotta (per 500 gr di farina circa ho usato 500 gr di ricotta), un uovo, un pizzico di sale, un pizzico di pepe nero e speck tagliato finemente.
Per il condimento:
Funghi 300 gr, una noce di burro,uno spicchio di aglio, mezzo dado e una conf. di panna da cucina piccola.
PROCEDIMENTO
Per la pasta:
Impastare inizialmente il tutto con il robot da cucina o direttamente predisporre la farina a fontana su un piano e al centro posizionare gli altri ingredienti. Impastare energicamente finché l’impasto non è compatto e liscio. Poi, aiutandosi con della pellicola e il matterello, stendere la pasta molto sottile e tagliare un ovale. Posizionare al centro un cucchiaino di condimento (meglio non farli troppo pieni per evitare che si aprano). Piegare la pasta come a formare una mezza luna e premere per fare aderire bene i bordi. Poi rifilarli con un coltello per perfezionarli e decorare a piacere con una forchetta. Procedere così finché l’impasto non è finito.

DSC_3555DSC_3558DSC_3560

Per il ripieno:

Per fare il ripieno basta amalgamare la ricotta con un uovo, un pizzico di sale e pepe e lo speck tagliato finemente.

DSC_3553
Per il condimento:
Tagliare lo spicchio d’aglio e farlo soffriggere per qualche minuto in padella con una noce di burro, aggiungere i funghi freschi lavati e tagliati e metà e il dado. Se necessario allungare con un po’ d’acqua per facilitare la cottura. Quando i funghi sono cotti frullarli così da creare una crema e rimetterli su un tegamino, incorporare la panna e fare cuocere per pochi minuti. La crema di funghi è pronta!

DSC_3567
Per cuocere i ravioli ci sono due piccoli accorgimenti: il primo è usare una pentola molto grande e l’altro è di aggiungere dell’olio d’oliva all’acqua bollente prima di metterci i ravioli. I ravioli quando sono cotti salgono , è meglio aspettare qualche minuto però prima di colarli e condirli così da essere sicuri che tutti siano cotti (dato che stirando la pasta a mano può capitare che in alcuni punti sia più spessa).

DSC_3566
Scolati i ravioli condirli con la crema di funghi e servirli caldi.
Varianti: ovviamente ci sono moltissimi modi differenti di riempire o condire i ravioli, ci si può sbizzarrire.
P.S. se vi rendete conto di averne fatti troppi è possibile congelarli crudi.

Consiglio: quando si lavorano gli impasti senza glutine nel momento in cui si devono stirare cercare di evitare di toccarli con le mani e di metterli a diretto contatto con il mattarello. E’ consigliabile quindi usare la pellicola  o la carta forno per facilitarsi.

The following two tabs change content below.
Parola di Mamma

Parola di Mamma

Redazione
Parola di Mamma

Ultimi post di Parola di Mamma (vedi tutti)

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *