/ Ricette / Il pranzo della domenica.

Il pranzo della domenica.

lonza di maiale con erbe aromatiche e patate

Io ho una fissa per le erbe aromatiche, è probabile che le utilizzi anche dove non devo, ma annusare quei profumi che sanno di bosco mi manda in estasi. L’unica aromatica che ho il piacere di coltivare ma che non uso in cucina è la menta. Amo il suo profumo nelle fresche sere d’estate, mi ricorda l’infanzia e le passeggiate lungo il fiume a Pantaleo (Santadi) quando da bambina andavo alla ricerca delle farfalle. E’ incredibile come il nostro cervello riesca a memorizzare episodi associati ai profumi, io quando sento il profumo della menta penso sempre allo stesso episodio e la scena è sempre la stessa. Io nanetta di 6-7 anni che vago tra le distese di menta e tante farfalle colorate.

Anche vivendo in un condominio potete coltivare le vostre erbette, come faccio io. Perchè acquistarle già essiccate non è mai la stessa cosa. Basta avere uno spazio dove tenere qualche vaso e potrete averle sempre a disposizione, fresche e profumate……

Sono piante di facile coltivazione ed economiche, se vengono aggredite dai parassiti potete sostituirle con pochi euro e renderanno i vostri balconi verdi e profumati. Insieme a quelle fresche ho anche dei barattoli dove tengo quelle essiccate utili per una ricetta come questa.

Tra le tante ricette in cui le utilizzo una delle mie preferite è quella con protagonista la lonza di maiale, la parte che si ricava dal muscolo del carrè. Cotta al forno con un contorno di patate o se preferite anche con un purè di patate. Alle erbe aromatiche aggiungo del pan grattato e dei semi di lino e sesamo per un tocco di sapore in più.

 

LONZA DI MAIALE CON LE ERBE AROMATICHE


 

COSA CI OCCORRE PER 4 PERSONE

  • 1 kg di lonza di maiale
  • 2 cucchiai di timo essicato
  • 2 cucchiai di salvia essicata
  • 2 cucchiai di maggiorana essicata
  • 1 cucchiaio di rosmarino essicato
  • 1 cucchiaio di semi di lino
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 4 cucchiai di pan grattato
  • 1 cucchiaio raso di sale per la panatura
  • 1 kg di patate
  • olio extravergine di oliva
  • sale

 

PROCEDIMENTO

  1. Tritate le erbe aromatiche, prendete una pirofila o un contenitore capiente e versatele all’interno insieme ai semi di lino, sesamo, il pan grattato e il sale. Mescolatele perchè la panatura si distribuisca uniformemente.
  2. Prendete la lonza e rigiratela nella panatura in maniera tale che venga ben ricoperta. Coprite e lasciate riposare in frigo per 1 ora.

lonza di maiale

  1. Portate il forno a 200 gradi mettendo in funzione solo l’elemento superiore.
  2. Pelate le patate e tagliatele a pezzi come in foto.
  3. Prendete una teglia antiaderente, ungetela con l’olio e disponete la carne al centro e le patate tutte attorno. Condite le patate con olio e sale.
  4. Infornate a questa temperatura per circa 10 minuti per lato o fino a che la panatura non sarà ben dorata. A questo punto portate la temperatura a 180°C e continuate la cottura per altri 30 minuti attivando entrambi gli elementi superiore e inferiore rigirando le patate di tanto in tanto.
  5. Terminata la cottura mettete la lonza su un tagliere che abbia i bordi adatti a raccogliere i succhi, tagliatela a fette, disponetela in un piatto da portata con il suo contorno di patate e irroratela con i succhi raccolti nel tagliere.
  6. E voi come la preparate ? Avete qualche ricetta da propormi per cucinarla nel tegame ?
The following two tabs change content below.
Silvia Matzeu

Silvia Matzeu

Redattrice
Mi chiamo Silvia, Sarda orgogliosamente Sulcitana, vivo in una cittadina alle porte di Cagliari ma appena posso torno nel mio amato paese a respirare aria pura di montagna e profumo di salsedine. Classe 1976, dire che ne ho quasi 40 mi fa impressione, lavoro nel turismo e con me la mia dolce piccante metà Alessandro. A Settembre la nostra vita è stravolta dalla nascita di Sofia Giovanna e da quel giorno per noi inizia una nuova frizzante ed entusiasmante vita. Amo cucinare, da sempre è il mio modo per deliziarmi e deliziare, non esiste niente che possa soddisfarmi più di una tavola imbandita, gli affetti più cari e un buon calice di vino. Durante l'attesa di Sofia la fame vorace si scontrava con l'impossibilità di digerire anche l'acqua e così a poco a poco oltre a dovermi inventare ricette leggere ma che mi stuzzicassero anche il palato o anche pensato di mettere nero su bianco questa mia grande passione creando un blog che raccontasse le mie ricette ma anche quelle per Sofia. Anche perché poi ho scoperto che non avrebbe bevuto il latte per sempre 😀 . Non storcete il naso perché proporrò ricette leggere ma anche altre ad alto contenuto calorico, potete seguirle qui o sul mio blog Mammina In Cucina
0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *