/ / Pink Handmade

Pink Handmade

Navigando per la rete è facile imbattersi in profili di giovani donne che, per un motivo o per l’altro, si sono reinventate. Crisi sul lavoro, maternità, voglia di emergere. Le motivazioni che hanno spinto queste donne a tentare di uscire allo scoperto e di emergere, possono essere diverse.

Tutte però hanno in comune una cosa: sono donne che creano con le loro manine fatate.

E sono davvero tante.

Per questo abbiamo deciso di creare un appuntamento fisso al mese, in cui dedicheremo a queste donne uno spazio virtuale sul nostro portale. Nasce quindi il nostro progetto Pink Handmade: siamo mamme, siamo donne e crediamo fermamente nella solidarietà e nell’appoggio femminile. Per quest offriremo a quei profili che riterremo più meritevoli una vetrina, un mezzo in più per farsi conoscere. E per farsi amare, così come le amiamo noi.

Il tutto specificando che nessuna forma di collaborazione è attiva tra noi editor di Parola di Mamma e questi giovani emergenti talenti. Le abbiamo solo conosciute durante il nostro percorso, abbiamo comprato qualcosa fatto da loro e in alcuni casi siamo anche diventate amiche. Sono quindi l’affetto e la stima che ci spingono a presentarvele. E non il denaro. Dettaglio che fa la differenza.

Ogni 15 del mese vi presenteremo un profilo in cui crediamo perché siamo sicure piacerà anche a voi.

Quindi stay tuned, ci raggiorniamo giovedì!

Sere-mamma-dal-primo-sguardo

The following two tabs change content below.

Serena dG.

Capo redattrice
Classe 1978, borgomanerese di nascita, laureata in lingue, impiegata in una ditta locale, conosco il mio fidanzato Giacomo, fiorentino, durante una meravigliosa vacanza a Formentera; dopo poco arriva lei, la nostra Lavinia e tutto cambia. Chi la vede, mi dice che sembra una bambola. La verità è che se una bambola deve essere, è la bambola assassina con il suo caratterino niente male. Da sempre mi dicono che è la fotocopia del padre. Ovviamente esteticamente, dato che il carattere...è tutto il mio. 😀Attualmente viviamo un po' qui e un po' lì, senza fissa dimora come ironicamente dico, in realtà ci dividiamo tra la casa a Borgo e quella a Firenze, per esigenze lavorative. La domanda che odio di più è: ma cosa pensi di fare? Non lo so, viviamo alla giornata, inutile programmare quando poi la vita ti stravolge tutto. Per ora va bene così, siamo pendolari per amore e questo ci piace. Poi vedremo. Tutto fa esperienza anche questo. Intanto abbiamo una bambina che sta ovunque senza problemi. E per noi è già un valore aggiunto. Poi aspettiamo di vincere il superenalotto e di svoltare...:-DLa nostra vita è fatta di treni, di week end sempre in giro (una volta sale papà, una volta scendiamo noi), di video chiamate e tanti sospiri quando siamo lontani. Da una parte questo è anche il bello della nostra vita. Non ci si annoia mai. Ma è anche vero che non ci si riposa mai. Per questo non lo so quanto potremo andare avanti così. Per ora però, questa sono io, questa è la mia vita. E mi piacerebbe condividere con voi questa nostra #vitadapendolari, che spesso è talmente divertente da non crederci.Se volete scoprirlo continuate a leggermi qui e sul mio blog www.mammadalprimosguardo.com.

Ultimi post di Serena dG. (vedi tutti)

5 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 Comments