Parola di Mamma
/ Bambino / Perché le favole piacciono ai bambini

Perché le favole piacciono ai bambini

Parola di Mamma on 21 dicembre 2017 - 17:30 in Bambino, Sponsored post

Io sono una grande divoratrici di libri, e, anche se faccio fatica a staccarmi dalla carta stampata, ultimamente mi sto appassionando anche agli ebook che, per una mamma, sono più pratici e di facile utilizzo. Questa mia passione per libri e storie l’ho tramandata senza alcuna difficoltà alle mie figlie che, ogni sera, scelgono un libro dalla loro biblioteca perché glielo legga.

Io ho passato l’infanzia ad ascoltare i miei genitori leggere ogni sera una favola diversa, e sono contenta di tramandare questa tradizione ormai famigliare.

Ma perché le favole piacciono ai bambini?

Innanzitutto perché il momento della favola è un momento unico, un momento di magia e coccole, che assume un significato molto importante per il rapporto genitore-figlio, è un momento in cui il genitore dedica non solo il proprio tempo, ma tutto se stesso al proprio figlio, non ci sono distrazioni, non ci sono altri pensieri, solo quel momento, che entra indelebilmente nel bagaglio dei ricordi del proprio bambino. E’ un tempo ricco non solo a livello affettivo, ma anche in termini di qualità. In quali altri momenti ci si dedica così intensamente ai nostri bambini? Questi momenti accrescono la fiducia del bambino nella figura del genitore, accrescono la loro sicurezza nella nostra presenza continuativa e costante.

E poi le favole raccontano la vita in un modo a loro più comprensibile, li aiutano a superare momenti difficili e situazioni che potrebbero davvero verificarsi nella vita. I bambini si identificano nei personaggi e, durante il racconto, fanno propria la storia ascoltata. Le metafore delle favole li aiutano a sviluppare quell’intelligenza emotiva che nel futuro da adulti, li aiuterà a gestire le loro emozioni e quindi migliorerà i loro rapporti sociali.

Ci sono due modi per trattare le favole: leggerle e ascoltarle.

Il primo è il più classico dei modi, leggere una favola alle mie figlie è quello che faccio praticamente ogni giorno da quattro anni a questa parte, ma a volte capita che la sera sono talmente stanca da far fatica a leggere una storia intera e mi ritrovo a desiderare di prendere il posto delle mie figlie e ascoltare invece di leggere.

Da qualche giorno il mio desiderio ha preso forma perché ho scoperto Audible, una società Amazon che produce audiobook, serie audio, pocast, corsi di lingue e molto altro.

Cosa sono gli audiobook?

Sono libri letti ed interpretati da narratori professionisti,talvolta arricchiti da musiche e rumori per esaltare le emozioni della storia ascoltata.

Il catalogo Audible è ricchissimo:13.000 titoli di audiolibri, di cui più di 3.000 in italiano e una sezione interamente dedicata a genitori e bambini. Qualche esempio: dalla saga più nota al mondo, quella di Harry Potter, alle avventure del topo più conosciuto in Italia Geronimo Stilton. Per entrare in clima natalizio vi consiglio “E’ Natale Stilton”, l’audiofavola originale narrata da Lella Costa “Liquirizia in Lapponia”, ” Storia di principesse” e molti altri.

Come funziona Audible

Il bello di Audible è che può essere utilizzato su qualsiasi piattaforma, smartphone, tablet e pc, tramite semplice App scaricabile. Per accedere al servizio è necessario registrarsi al costo di € 9,99 al mese (i primi 30 giorni sono gratuiti), scegliere il libro da ascoltare, mettersi comodi e premere play.

Posso affermare con assoluta certezza che finalmente c’è qualcuno che legge le favole anche a me, basta mettere gli auricolari ed ecco che la storia ha inizio!

E poi vuoi mettere l’impagabile piacere di ascoltare una favola insieme alle proprie figlie?

 

Post in collaborazione con Audible

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *