/ Ricette / Lasagne con salsiccia, carciofi e radicchio.

Lasagne con salsiccia, carciofi e radicchio.

La salsiccia sarda cucinata arrosto o protagonista di altri piatti, io la amo.

In Sardegna non c’è grigliata di carne senza la salsiccia, ma è anche la protagonista dei celebri malloreddus alla campidanese. Quando la preparo arrosto la servo con delle fette di pane di grano dove poggio la salsiccia appena pronta, così il grasso e tutti i suoi aromi vengono assorbiti dal pane e gustarlo insieme alla salsiccia rende tutto gustosissimo. La salsiccia viene preparata giornalmente con polpa di maiale e una percentuale di grasso, poi il sale, il pepe e a seconda della zona di produzione anche altri aromi tra cui il finocchietto o l’anice. Questo composto viene poi insaccato nei budelli accuratamente puliti.

Personalmente la preferisco senza, quando mi occorre chiedo al mio macellaio di fiducia di prepararla senza finocchio o anice. In passato non c’era famiglia che non allevasse un maiale da poter macellare e destinare alla produzione di salsiccia fresca, stagionata e tutto ciò che poteva essere ricavato dalle sue carni. Lo faceva anche mia nonna, ricordo sempre di quella volta in cui la aiutai. Aveva una stanza in cui si dedicava alla preparazione della salsiccia fresca e di altri prodotti stagionati che poi appendeva per l’essiccazione….

Io la guardavo, un pochino aiutavo ma soprattutto osservavo tutto con grande attenzione ed ammirazione. Per il pranzo di domenica pensavo ad un piatto di lasagne, visto che era già da troppo tempo che non le gustavo. Anche se ero indecisa su come prepararle. Poi visto che venivano in miei genitori e che mia madre può vivere senza tutto ma non senza salsiccia, ho deciso di utilizzarla come ingrediente principale. Poi ho trovato dei carciofi e ho aggiunto del radicchio. Un piatto gustoso e golosissimo. Io ne vado matta. Tre strati di lasagne e tanta besciamella preparata sul momento. Ovviamente potete preparare questo piatto con la salsiccia che preferite.

LASAGNE CON SALSICCIA, CARCIOFI E RADICCHIO


COSA CI OCCORRE PER 6 PORZIONI

  • 600 g di salsiccia di maiale
  • 10  teste di carciofo
  • 6 foglie di radicchio
  • 9 sfoglie di lasagna
  • 1 cipolla
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • vino bianco (mezzo bicchiere)

 

PER LA BESCIAMELLA

  • 100 g di burr0
  • 100 g di farina
  • 1 litro di latte
  • noce moscata
  • sale
  • pepe

 


PROCEDIMENTO

  1. Il primo passo di questa ricetta prevede la preparazione del condimento a base di salsiccia. Dovete spellare la salsiccia e ridurla a pezzi piccoli, affettate le teste di carciofo e tagliate a listarelle le foglie di radicchio. In una casseruola versate l’olio e fateci rosolare la cipolla tagliata a fettine sottili, aggiungete il radicchio e i carciofi facendoli rosolare bene, infine aggiungete la salsiccia e dopo qualche minuto il vino. Lasciate sfumare e cuocete per circa 15 minuti.
  2. Passiamo alla preparazione della besciamella. In una pentola lasciate sciogliere il burro a fuoco lento e aggiungete la farina setacciata mescolando con una frusta. Dovete aggiungerla gradualmente per evitare che si formino grumi. Versate il latte continuando a mescolare fino a che il composto non inizia a bollire. A questo punto coprite e lasciate cuocere per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto. Quasi a fine cottura aggiungete il sale, il pepe e la noce moscata.
  3. Prendete una teglia da 6 porzioni, circa 30×20 cm. Distribuite un po’ di besciamella e posizionate 3 sfoglie di lasagna, sopra disponete il condimento e abbondante besciamella
  4. Continuate così fino all’ultimo strato. In tutto saranno 3 strati e per rendere questa lasagna ancora più ricca e sfiziosa io distribuisco il condimento anche nell’ultimo strato e infine ricopro con la besciamella

Voi come vi sbizzarrite nella preparazione delle lasagne ?

The following two tabs change content below.
Silvia Matzeu

Silvia Matzeu

Redattrice
Mi chiamo Silvia, Sarda orgogliosamente Sulcitana, vivo in una cittadina alle porte di Cagliari ma appena posso torno nel mio amato paese a respirare aria pura di montagna e profumo di salsedine. Classe 1976, dire che ne ho quasi 40 mi fa impressione, lavoro nel turismo e con me la mia dolce piccante metà Alessandro. A Settembre la nostra vita è stravolta dalla nascita di Sofia Giovanna e da quel giorno per noi inizia una nuova frizzante ed entusiasmante vita. Amo cucinare, da sempre è il mio modo per deliziarmi e deliziare, non esiste niente che possa soddisfarmi più di una tavola imbandita, gli affetti più cari e un buon calice di vino. Durante l'attesa di Sofia la fame vorace si scontrava con l'impossibilità di digerire anche l'acqua e così a poco a poco oltre a dovermi inventare ricette leggere ma che mi stuzzicassero anche il palato o anche pensato di mettere nero su bianco questa mia grande passione creando un blog che raccontasse le mie ricette ma anche quelle per Sofia. Anche perché poi ho scoperto che non avrebbe bevuto il latte per sempre 😀 . Non storcete il naso perché proporrò ricette leggere ma anche altre ad alto contenuto calorico, potete seguirle qui o sul mio blog Mammina In Cucina
0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *