/ 1-3 anni / Come tra le braccia della mamma: sdraietta Nuna Leaf

Come tra le braccia della mamma: sdraietta Nuna Leaf

Le mie figlie amano stare in braccio.

A me, al papà, ai nonni, alla vicina di casa. Insomma a tutti, per loro l’importante è stare in braccio. E vogliono essere dondolate. Se mi viene in mente di stare ferma o addirittura di sedermi, cominciano a strillare come aquile, in questo sono identiche.

Molti dicono che bisogna abituare i bambini fin da subito a non stare in braccio perché è un vizio che non gli levi più, ma come spesso accade, io me ne frego altamente di ciò che dicono gli altri perché a me piace tenere in braccio le mie creature, stringerle a me e sentire che si rilassano al ritmo del mio respiro. D’altra parte loro ci hanno preso davvero gusto e io, purtroppo per loro, ho un’autonomia piuttosto limitata perché va bene finchè hai a che fare con uno scricciolo di 4 o 5 kg, ma quando comincia ad avere il peso di 8, come la mia Rebecca, o del doppio, come Clarissa, le braccia gridano pietà.

Clarissa è abbastanza grande, per cui riesco a convincerla a scendere dalle mie braccia semplicemente proponendole qualche gioco, ma Rebecca è un osso duro. Ha solo cinque mesi e la sua necessità di contatto fisico con me è ancora molto elevata, per cui ho dovuto trovare una soluzione che, prima di tutto, andasse incontro alle sue esigenze.

La sdraietta è la nostra soluzione. E’ infatti ideale per il relax del bambino e per i suoi pisolini diurni, inoltre è indispensabile anche per noi mamme perché ci permette di essere libere per qualche tempo per svolgere le faccende di casa, cucinare o semplicemente riposarci.

Noi ne abbiamo scelta una particolare, davvero unica nel suo genere: la sdraietta Nuna Leaf.

Nuna Leaf

La sua particolarità è il leggero movimento oscillante che accompagna il bambino nel mondo dei sogni, e questo accade in pochi minuti, ve lo posso assicurare. Il dondolio non è quello classico delle normali sdraiette, non è in direzione avanti-indietro, ma è una vera e propria oscillazione da destra a sinistra, lo stesso movimento che effettuiamo quando teniamo in braccio il nostro bambino, ed è proprio per questo che le mie figlie la adorano! Ho usato il plurale non a casso, infatti Nuna Leaf viene quotidianamente utilizzata da entrambe le mie figlie, se la contendono a suon di urla, perchè è collaudata per sostenere fino a 60 kg di peso.

Nuna Leaf

Nuna Leaf

Il design di questa geniale sdraietta è elegante e originale, perfettamente adattabile a qualsiasi tipo di arredamento e il funzionamento è davvero semplice: dopo aver tolto il fermo, basta dare una leggera spinta iniziale e il movimento continuerà da solo per forza d’inerzia. Assolutamente silenziosa, la fluttuazione è quasi ipnotica, tant’è vero che anche la mia “non voglio nanna Clarissa” non può resistergli e ci fa certi pisolini davvero invidiabili.

Il movimento è manuale, quindi nessuna vibrazione fastidiosa (e rumorosa) data da quelle elettroniche.

Il sedile comodo ed anatomico è corredato da due inserti in cotone biologico che rendono la seduta ancora più piacevole, la base è stabile, sicura e antiribaltamento, ha superato il test Clarissa, che riesce a ribaltarsi da qualunque parte, quindi la posso assicurare personalmente!

Nuna Leaf

Nuna Leaf

Nuna Leaf è inoltre dotata di due cinture di sicurezza integrate con chiusura a velcro che assicurano il bambino rendendo i suoi momenti di relax completamente sicuri.

Con l’ausilio del fermo è possibile bloccare il movimento oscillante, per il momento della pappa o del gioco.

Nuna Leaf

A parte è possibile acquistare degli accessori come la cappotta con zanzarieta integrata e il maniglione gioco.

Se ve ne siete innamorati come me potete acquistarla su www.kiddom.com

Nuna Leaf

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *