/ Scuola / Come scriviamo? II Parte

Come scriviamo? II Parte

In questo articolo continueremo ad approfondire le abilità che ci permettono di scrivere; capacità apparentemente semplice, ma se analizzata più a fondo scopriamo che per produrre anche una singola lettera,  entrano in gioco molte competenze complesse che si intrecciano tra loro.

Nello scorso articolo (La disortografia: come riconoscerla) abbiamo parlato di Disgrafia, e dei prerequisiti dell’apprendimento, cioè tutte quelle sotto-abilità che permettono la produzione del testo scritto. In parallelo ad esse troviamo un altro processo fondamentale per la scrittura cioè : i processi cognitivi.

Le operazioni cognitive messe in atto durante il processo di scrittura sono descritte dal cosiddetto modello a due vie. Secondo questo modello è utile e vantaggioso spezzare la scrittura in una serie di operazioni cognitive sequenziali, in modo da poterne analizzare la funzionalità.

I processi cognitivi possono essere suddivisi in : processi periferici e processi centrali.

Processi periferici

Possiamo identificare due meccanismi diversi che utilizziamo durante la produzione dei grafemi (segno grafico):

Modalità lessicale-semantica: questa via permette di recuperare l’ortografia per scrivere parole già conosciute e presenti nel magazzino lessico-ortografico; successivamente queste informazioni sono trasformate in informazioni necessarie ai processi periferici (mano e braccio ecc) per scrivere.

Modalità non lessicale, fonologica: tale processo viene attivato al fine di scrivere parole che non conosciamo. Esso si basa su di un modello di conversione tra il suono percepito (fonema) e il corrispettivo segno grafico (grafema). Questo processo traduce uno per uno i suoni nei corrispondenti grafemi presenti.

Questi processi cognitivi detti anche centrali o linguistici, portano a una rappresentazione grafica delle parole udite.

Processi periferici

I processi che permettono una effettiva realizzazione della scrittura attraverso i movimenti della mano  sono detti“processi periferici”.

Questi processi entrano in gioco dopo che è stato individuato il grafema corrispondente al grafema udito; verrà innanzitutto selezionata la tipologia di “carattere” (stampatello o corsivo, minuscolo o maiuscolo), che sarà convertita in una sequenza di movimenti scrittori. Queste azioni costituiscono i processi periferici che rappresentano quella parte di processo chiamata in causa nei problemi di grafia (disgrafia, disturbo della coordinazione motoria).

In che modo creiamo i movimenti per poter scrivere?

Stadio muscolare: in questo stadio avviene la scelta e il recupero nella memoria a lungo termine del programma motorio che identifica la forma e le modalità di esecuzione di ciascun grafema.

Stadio intermedio: nel quale viene stabilita la misura, l’inclinazione, il livello di forza e la velocità di esecuzione nella produzione di una singola lettera.

Stadio di aggiustamento muscolare: in questa fase avviene il reclutamento di un appropriato insieme di muscoli per lo svolgimento delle sequenze motorie programmate , durante l’esecuzione della scrittura.

‘E bello rendersi conto di quanto un processo apparentemente semplice, in realtà si riveli complesso e molto articolato.

The following two tabs change content below.
Andrea Brogi

Andrea Brogi

Mi sono laureato in logopedia presso l’Università degli Studi di Siena nel 2012 con una tesi intitolata: "Percorso metafonologico di gruppo: esperienze di potenziamento come prerequisiti per la letto-scrittura". Durante il mio percorso di studio ho praticato tirocinio presso gli ambulatori di Logopedia pubblici all’interno della USL locale ,e presso strutture private del territorio.Partecipo frequentemente ad attività formative e congressi, anche attivamente come Relatore, sia a congressi nazionali che internazionali; credo che il continuo aggiornamento e la divulgazione scientifica siano doveri primari per praticare questa Professione. Dopo la laurea ho iniziato la libera professione presso l'ambulatorio della Misericordia di San Miniato, attualmente ricevo anche presso la “Clinica del Sale” a Sinalinga, l’associazione “beautifulmind” a Poggibonsi, il centro pluridisciplinare “Curami” a Siena. Pratico anche interventi domiciliari. Ho preso esercizio per una durata di 3 mesi presso l'ambulatorio logopedico dell'istituto di riabilitazione Prosperius Tiberino ad Umbertide.Mi sono laureato durante l’anno accademico 2014/2015, al corso di laurea Magistrale in “Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie” presso L’università degli studi di Siena. Partecipo a Seminari formativi e sono attivo con progetti all’interno di Istituti comprensivi; l’ultimo progetto da me svolto è stato un progetto di screening sulla qualità del tratto grafico presso Complessi didattici di Siena. Attualmente pratico come operatore in doposcuola specifici per DSA a Siena all’interno dell’associazione “a chiare lettere” e a Poggibonsi per l’associazione “beautifulmind”. Mi sento molto fortunato a fare un lavoro nel quale credo, che mi piace e appassiona ogni giorno di più.
Andrea Brogi

Ultimi post di Andrea Brogi (vedi tutti)

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *