/ / La casetta dei libri (cà di léber) a Songavazzo (BG), un’ idea semplice e piena di poesia!

La casetta dei libri (cà di léber) a Songavazzo (BG), un’ idea semplice e piena di poesia!

Non ricordo con precisione dove ho letto di questo bellissimo posto, ma sono troppo felice di averlo scovato perché è insolito e (scusatemi, non sono più io, ahahah) commovente!

Oltre ad essere un luogo è infatti anche un meraviglioso atto di civiltà! Si tratta di una piccola casetta di legno costruita con il legname del consorzio forestale della Presolana. La targa apposta vicino alla porta di ingresso ci segnala il nome di colui che l’ha costruita, Renzo Scandella.

la casetta dei libri5402395[1]8336404[1]

Si tratta, dicevamo, di una casetta, incustodita, aperta 24 ore al giorno, dove chiunque può portare o prendere un libro per tutto il tempo a lui necessario. La casetta è amica della natura circostante, non è riscaldata e non è dotata di elettricità. Per potersi dedicarsi alla lettura dei libri che ospita, in loco, è stata attrezzata una sala di lettura (naturalmente a cielo aperto) composta da alcune panchine e qualche tavolo sull’adiacente collinetta panoramica. Il tutto con una sola regola: il buon senso.

4787396[1]4781744[1]

la casetta dei libri2

 A quanto mi risulta (non è molto pubblicizzata on line) è aperta alla popolazione già dalla fine del 2011 e, meraviglia delle meraviglie, è miracolosamente intatta, ben tenuta e ben fornita! Credo che l’inaugurazione della sala lettura risalga a giugno di quest’ anno e che per la realizzazione si debba ringraziare la protezione civile alpini di Songavazzo.

casetta dei libri

Il parcheggio in cui lasciare la macchina è poco distante e per raggiungere l’edificio (ben segnalato tra l’altro) è sufficiente fare proprio solo 2 passi, nonostante dalle foto possa sembrare situata in posto isolato. Si trova nel paese di Songavazzo, sulla via per il monte Falecchio, altro posto che vorrei andare presto a scoprire.

Con la dovuta enfasi anche i bambini la possono apprezzare tantissimo, un po’ per le dimensioni, un po’ per l’insolita collocazione

ed anche perché al suo interno si trovano parecchi libri per loro… Troverete dei veri e propri tesori….io ho ritrovato un libro dell’infanzia ormai perso, al quale ero molto affezionata ed una fantastica Enciclopedia della donna del 1963 con temi talmente innocenti da far sembrare la casetta ed il suo contenuto fuori dal tempo, o meglio, sopravvissuto a questo mondo dove tutto si distrugge. O si trascura, nel migliore dei casi!
Tratto da www.mamadvisor.com, blog di proprietà dell’autrice del post

 

 

The following two tabs change content below.
Parola di Mamma

Parola di Mamma

Redazione
3 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 Comments
Visit Us On FacebookVisit Us On InstagramVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On Pinterest