/ Pensieri sparsi / Assenze

Assenze

... perché ognuno di noi ha perso qualcuno nella propria vita...

Ci sono assenze che pesano quanto macigni poggiati sui nostri corpi.

Ci sono assenze che tolgono il respiro, che fanno piangere e desiderare di scomparire.

Ci sono assenze che ci segnano per sempre ed inevitabilmente ci svegliamo e non siamo più noi stessi.
Ognuno di noi ne ha una.
Perché è la vita.

Capita… e quando succede che una persona importante se ne va, viviamo in un limbo di lacrime e sofferenza.
La mia assenza inizia a 18 anni quando mi sentivo invincibile, nel pieno dei miei anni e dei miei progetti. Le superiori stavano per finire, finalmente avevo preso la patente e potevo fantasticare su un futuro che per la prima volta sentivo di poter programmare come volevo.
Poi arriva una chiamata ed il mio migliore amico non c’è più.
… e ho pianto, DIO QUANTO HO PIANTO!
… e non ho mangiato per giorni. Non ho parlato con nessuno. Il dolore era mio e lo volevo gestire come solo io desideravo.

Il vuoto dentro quella spirale, che sembrava non finire mai.

Tutti i luoghi e i pensieri erano inchiodati a quel nome, a quel sorriso che sapevo non avrei più rivisto. Non c’erano più le parole di conforto, le spalle grandi e gli abbracci forti che sembravano lenire ogni dolore.
Per anni ho portato un peso grande che ha annebbiato i miei sorrisi.
Lui se ne era andato e aveva portato via tutta un’adolescenza magnifica fatta di giri in bicicletta e passeggiate sotto la pioggia. Di bagni al mare e pranzi a casa. Di ore intere ad ascoltare musica nella cameretta buia e quel sentimento di amicizia che sentivo solo nostro.
Ci sono stati momenti nei quali ho veramente pensato che il dolore mi avrebbe fatta soffocare. Se pensavo a quanti altri anni ancora avrei dovuto passare senza il mio migliore amico, sentivo un nodo, stretto e duro dentro la gola; che finiva per attorcigliare il cuore e dovevo obbligare la mia testa a non pensarci perché altrimenti sarei morta anche io.
Anche oggi ci penso, spesso. So che se ci fosse stato lui la mia vita sarebbe stata un po’ più sopra le righe.
Ne ho sentito la mancanza in tutti i miei giorni importanti, in tutte le risate di pancia.
Ne ho sentito la mancanza quando passeggiavo tra le vie di una città non mia; mentre sentivo la musica o assaggiavo un nuovo cibo magnifico.
Ne ho sentito la mancanza quando ho avuto paura, quando mi sentivo vulnerabile. Ne ho sentito la mancanza quando andavo al porto alle 11 di sera per sentirmi in pace col mondo. Mi è mancato in tanti istanti di così tanti giorni che ho perso il conto.
Ho accettato il fatto che non sia più presente fisicamente, ma ci ho messo parecchio tempo, molti viaggi alla ricerca di non so cosa ed infiniti pianti.
Oggi… quasi 12 anni dopo sono serena.

L’arrivo dei miei figli mi ha donato una nuova vita. Solo una cosa estremamente bella è riuscita ad alleviare un dolore altrettanto straziante.

Da quando sono nati i miei figli però mi sono fatta una promessa: insegnargli che l’amicizia tra Maschio e Femmina può esistere.

Gli dirò di non ascoltare le frasi della gente, perché il bene, la lealtà e il rispetto sono sentimenti che non appartengono alla sessualità.
Gli dirò che se avranno la fortuna di incontrare qualcuno che li capisca, li accetti e non li giudichi, dovranno essere in grado di apprezzare ogni singolo istante come se fosse un dono.
Perché l’amicizia, quella vera, è un regalo che ci concede Dio per poter essere persone migliori.

Al mio SEMPREPERSEMPRE.

The following two tabs change content below.
Laura

Laura

Laura, 29 anni. Mamma di Viola (5 anni) e Giacomo (Gigio per gli amici, 14 mesi). Il lavoro/sport di mio marito ci ha portati in giro per l’Italia tanti anni. La mia vita era racchiusa dentro qualche valigia, che facevo e disfavo in continuazione. Da qualche anno abbiamo deciso di mettere le radici nelle Marche. Sono stata una vagabonda felice, ora sono una mamma disperata. Mi altaleno tutta la settimana tra pannolini, pianti e capricci, ma la domenica sono allo stadio con sciarpetta e thè caldo a tifare mio marito.
0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *