/ 1-3 anni / 7 passi per riordinare la cameretta

7 passi per riordinare la cameretta

Far riordinare la cameretta ai bambini è sempre una guerra e se anche tu sei passata da avere una casa sempre in ordine e splendente ad una perennemente in disordine, con ditate su vetri e specchi e briciole ovunque, allora quello che sto per consigliarti ti potrebbe interessare!

Con due figlie posso sicuramente dire che la cosa che mi fa ammattire di più è la quantità abnorme di giochi che immancabilmente e quotidianamente sono sparsi in giro per la casa..per tutta la casa! Ovunque, dico davvero, trovo bambole, vestiti delle Barbie, pentoline e piattini dal bagno alla cucina, passando ovviamente per la sala e le camere!

Fino all’anno di vita del bambino è inutile cercare di insegnargli a sistemare i giochi: è scientificamente provato che non lo farà mai!E dico mai! Il massimo che potete aspettarvi è che quel poco rimasto in ordine verrà messo sotto sopra.

Però quando la creatura comincia ad avere 14/15 mesi, potete cominciare a spiegarle come riordinare i suoi giochi.

Per farlo, però, la camerette deve essere ben organizzata.

Ci sono stati momenti in cui il caos regnava talmente sovrano, che non sapevo da che parte cominciare non solo per pulire la cameretta delle bambine o i loro giochi, ma anche solo per riordinare!

Attenzione però, non fraintendetemi, mi piace quando c’è disordine, vuol dire che le bambine si divertono ed esprimono tutto il proprio estro creativo, l’importante è che poi siano in grado di far tornare il pavimento calpestabile!

Ecco quindi i 7 passi per riordinare la cameretta

  1. DECLUTTER.

    Il primo passo da fare è assolutamente un po’ di sano declutter: eliminate i giochi rovinati e regalate quelli che i bambini non usano più. Se c’è qualche sopravvissuto potete metterlo da parte per i fratelli (o le sorelle) più piccoli.

  2. RAGGRUPPARE TUTTI I GIOCHI PER GENERE.

    Questo è il lavoro grosso. Le bambole vanno con le bambole, le costruzioni con le costruzioni e via così. In questo modo si evita anche di perdere i relativi accessori. A volte è difficile catalogarli per bene, se siete in dubbio (o pensate che possano esserlo i bambini) fate una scatola in più. I giochi elettronici (tipo il tablet) li tengo separati, in un contenitore nella libreria in sala. Quando le bambine li vogliono usare me li chiedono, in questo modo posso regolare il tempo di utilizzo. I libri sono organizzati nelle apposite mensole acquistate da Ikea.

    Immagine correlata

  3. ETICHETTARE OGNI CONTENITORE.

    Questo è un passo fondamentale perché, soprattutto i bambini più piccoli, non possono ricordarsi esattamente cosa c’è in ogni contenitore. Le etichette (meglio quelle con i disegni piuttosto che con le scritte) li aiuteranno e non dovranno aprire ogni box per sapere cosa c’è dentro. Vi suggerisco elegrafica.it per scaricare delle bellissime etichette! Risultati immagini per Labels for toys boxesRisultati immagini per Labels for toys boxes (Credit two short people)Immagine correlata (Credit Organizing my children )Risultati immagini per Labels for toys boxes

  4.  RAGGRUPPARE TUTTI I GIOCHI PER GENERE.

    Questo è il lavoro grosso. Le bambole vanno con le bambole, le costruzioni con le costruzioni e via così. In questo modo si evita anche di perdere i relativi accessori. A volte è difficile catalogarli per bene, se siete in dubbio (o pensate che possano esserlo i bambini) fate una scatola in più. I giochi elettronici (tipo il tablet) li tengo separati, in un contenitore nella libreria in sala. Quando le bambine li vogliono usare me li chiedono, in questo modo posso regolare il tempo di utilizzo. I libri sono organizzati nelle apposite mensole acquistate da Ikea.

  5.  ROTAZIONE DEI GIOCHI.

    Regolarmente, quando vedo che per qualche tempo un gioco viene accantonato ma è ancora in target con l’età di una o dell’altra mia figlia, lo metto da parte per un po’ (qualche settimana o a volte anche mesi) e quando lo ritiro fuori, magicamente torna ad essere interessante come se fosse nuovo!

  6. MANTENERE L’ORDINE DEI RAGGRUPPAMENTI.

    Per mantenere l’ordine c’è solo una regola: quando si finisce di giocare con le macchinine, prima di cominciare a giocare con i lego, bisogna sistemarle nell’apposito contenitore. E’ facile, è semplice ed è veloce. Una volta che gli sarà entrato in testa, vi assicuro che mantenere l’ordine sarà più facile che pensarlo.

  7. IL TEMPO DEL RIORDINO.

    Ogni giorno, prima di cenare, ci si dedica a 10 minuti di riordino generale, si fa un giro della casa per vedere se qualcosa è rimasto in giro (fidatevi, c’è sempre, sempre, qualcosa che rimane in giro!) e lo si ripone nel suo contenitore. Questo deve avvenire ogni giorno, in modo che per loro diventi una routine e vedrete che, con il passare del tempo, non faranno più storie. Le prime volte potete aiutarli, ma poi faranno tutto da soli.

 

Ammetto che sistemare i giocattoli non è per niente facile. Sono sempre troppi, e troppo velocemente i bambini si stufano di quello piuttosto che di quell’altro. Per questo è importante che il declutter avvenga almeno una volta al mese.

Stay tuned, a breve vi parlerò anche di quali contenitori per i giochi scegliere.

The following two tabs change content below.
Parola di Mamma

Parola di Mamma

Redazione
0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On InstagramVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On Pinterest